Gioco di Casino Online in Spagna

Bingo, lotterie, onlinecasino’, totocalcio, slot-machine in testa alle preferenze in spagna!

Bingo, lotterie, casino’, totocalcio, slot-machine . Sono questi i giochi che appassionano di piu’ gli spagnoli e ancor di piu’ i madrileni che superano la media nazionale di importi giocati. Nel 2015- ogni abitante di Madrid ha puntato in media 710 euro. Nel resto della Spagna, la media delle giocate e’ stata invece di 620 euro pro capite e il settore degli apparecchi da intrattenimento e’ quello che ha riscosso maggior successo tra gli appassionati.

Questi dati sono forniti dalla Direzione Generale per la Gestione e l’Organizzazione del Gioco della Comunita’ di Madrid, che ha affermato che in attesa di terminare i confronti delle cifre di gioco del 2015, quelle del 2014 sono le ultime affidabili e sostanzialmente non variano da quelle registrate negli ultimi anni. Un altro elemento che spiega la crescita del gioco a Madrid e’ dato dall’elevato reddito pro capite degli abitanti, anche se esistono altre comunita’ con maggiori propensioni ludiche o nelle quali semplicemente si gioca di piu’. Ma per quali giochi i madrileni spendono di piu’? La maggior parte dei 710 euro pro capite ed esattamente 427 euro (pari al 60%), e’ impiegato per i giochi di gestione privata, vale a dire: apparecchi da intrattenimento e slot machine (51% dei 427 euro), Bingo (32%) e Casino’ (17%).

I restanti 246 euro (35%) sono destinati ai giochi statali gestiti dall’Organizzazione Statale di Lotterie e Scommesse (OLAE – Organizacio’n de Loterias y Apuestas del Estado): quiniela, lotterie, lotto ecc. Infine, ogni madrileno investe all’anno 37 euro (5%) per sostenere l’ONCE (Organizacion Nacional de Ciegos Espanoles) un’organizzazione nazionale che si occupa dell’assistenza ai non vedenti. Il gioco privato e’ quello piu’ apprezzato dagli spagnoli e in questo caso gli apparecchi sono le autentiche ‘’regine’’: nel 2005 si sono registrati nella regione circa 39 mila apparecchi, piu’ del 10% del totale presente in Spagna, la maggior parte con jackpot programmati (30.200), alcuni da intrattenimento (5.800) e vari (circa 3000). Oltre alle popolari slot-machine il gioco privato e’ promosso a Madrid attraverso 71 sale Bingo, 172 sale giochi, 44 saloni ricreativi e due Casino’, questi ultimi ubicati a Torrelodones e Aranjuez (inaugurato a maggio dell’anno scorso).

A Madrid si sono giocati, nel 2004, 4.207 milioni di euro, dei quali 1.350 milioni sono stati restituiti sotto forma di vincite. In tutto lo Stato la cifra, sempre nel corso del 2004, sale fino ai 27.286 milioni di euro. Solo le imprese private del gioco d’azzardo danno impiego ad oltre 30 mila persone nella regione, con 9.500 posti di lavoro diretti e circa 22.000 indiretti dislocati nell’industria alberghiera. Di quelli diretti, 4.500 persone lavorano nelle sale Bingo ubicate a Madrid, 3.500 lavorano nel settore della costruzione, assistenza e riparazione degli apparecchi da intrattenimento e circa 1.500 si trovano nei due Casino’ della regione.

Solo nel Casino’ di Aranujuez, ad esempio, lavorano 700 impiegati diretti: pulizia delle sale, sicurezza, relazioni pubbliche, amministrazione, cucina, e soprattutto croupiers, circa 350. Il mercato del gioco fa bene a migliaia di famiglie madrilene ed anche al Governo regionale e centrale. Lo Stato paga le tasse per la quiniela, le lotterie ed altri giochi dell’Organizzazione Statale di Lotterie e Scommesse (OLAE), mentre la Comunita’ di Madrid riceve le imposte sui premi del Bingo, sulle modalita’ di gioco d’azzardo collettivo e sull’istallazione di apparecchi nel settore della ristorazione.